Bando Brevetti

Brevetti+ 2

brevetti

Il bando ha l’obiettivo di erogare aiuti alle Micro, Piccole e Medie Impresa attraverso la concessione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione economica di un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato.

A beneficiare delle agevolazione le piccole e medie imprese con sede in Italia anche se di nuova costituzione e con i seguenti requisiti:

  • siano titolari o licenziatari di un brevetto rilasciato successivamente al 01/01/2013;
  • siano titolari di una domanda di brevetto depositata successivamente al 01/01/2013 e per la quale sussiste: 2.1 in caso di deposito nazionale, il rapporto di ricerca con esito “non negativo”;2.2 in caso di deposito per brevetto europeo, la richiesta di esame sostanziale all'EPO; 2.3 in caso di deposito di domanda internazionale di brevetto (PCT), la tassa di esame preliminare internazionale o il verbale di deposito necessario alla nazionalizzazione dei brevetti;
  • il requisito della titolarità della domanda di brevetto sussiste anche nel caso di trasferimento della stessa, purché la relativa trascrizione presso l’UIBM sia stata effettuata in data anteriore alla presentazione della richiesta di agevolazione.
  • Siano in possesso di una opzione o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di un brevetto, rilasciato successivamente al 01/01/2013, con un soggetto, anche estero, che ne detiene la titolarità.
  • Siano imprese neo-costituite in forma di società di capitali, a seguito di operazione di Spin-off universitari/accademici, per le quali sussistono, al momento della presentazione della domanda, le seguenti condizioni:
    partecipazione al capitale da parte dell’università o dell’ente di ricerca, in misura non inferiore al 10%;
    titolarità di un brevetto o di un accordo preliminare di acquisto del brevetto o di acquisizione in licenza d’uso del brevetto, purché concesso successivamente al 01/01/2012 e trasferito dall'università o ente di ricerca socio;
    l’università o l’ente di ricerca sia ricompreso nell'elenco degli enti vigilati dal MIUR.

Le spese ammissibili interessano l'acquisto di servizi specialistici ed è prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale nell'ambito del deminimis del valore massimo di Euro 140.000. Tale agevolazione non può essere superiore al 80% dei costi ammissibili.

Scadenza 6 ottobre 2015

Data chiusura a sportello

Maggiori informazioni sul Bando

 

Documento creato il 19/08/2015 (11:02)
Ultima modifica del 19/08/2015 (11:11)