Marchio UE

Obbligo del nuovo marchio UE

marchio ueDal 9 ottobre 2014 è obbligatoria per legge la nuova etichettatura delle apparecchiature elettroniche inclusi i pannelli fotovoltaici. Le apparecchiature dovranno recare un marchio che individua il produttore delle AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) con cui si attesta che sono state messe in produzione dopo l'anno 2005 in modo da semplificarne la raccolta differenziata, pena la multa per il produttore, da 200 a 1000 euro.

Il nuovo marchio deve contenere in base alle direttive europee il nome o il logo del produttore e il numero di registrazione al RAEE (Registro dei Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), inoltre deve essere ben visibile e può utilizzare, previa comunicazione e approvazione del Comitato di vigilanza e controllo, sistemi di identificazioni di radiofrequenza.

Sull'apparecchiatura elettronica va posto anche il simbolo che indica la tipologia di smaltimento, il più delle volte e un disegnino che rappresenta un cassonetto barrato e una barra piena orizzontale. Marchio e simbolo devono essere ben visibili sull'apparecchiatura e/o sul contenitore e sulle istruzioni.

Il nuovo decreto legislativo (dlgs 49/2014) stabilisce le procedure per proteggere l'ambiente e la salute umana,  Nel  documento è  possibile trovare tutte le informazioni e l'elenco delle apparecchiature soggette alla nuova normativa.

Documento creato il 10/10/2014 (13:45)
Ultima modifica del 10/10/2014 (15:03)

 NO cookie

questo sito non utilizza cookie

 Seguici su Facebook

seguici su facebook
 

 Canale Youtube

canale youtube