L`attuale situazione economica ha contribuito ad accentuare in alcuni settori, come quello del benessere, il fenomeno dell`abusivismo e dell`illegalita`; cio` comporta, come e` prevedibile, seri rischi per i consumatori e un danno all`economia del paese.

Area di Stampa


 Politica di Privacy

Privacy
 

Abusivi e salute

Acconciatori ed estetisti abusivi un rischio per la salute.

unghie

L'attuale situazione economica ha contribuito ad accentuare in alcuni settori, come quello del benessere, il fenomeno dell'abusivismo e dell'illegalità; ciò comporta, come è prevedibile, seri rischi per i consumatori e un danno all'economia del paese.

In una nota, Anna Barbieri, Presidente CNA Puglia Unione Salute e Benessere, dichiara che i dati comunicati dal Ministero della Salute e diffusi dai mezzi di informazione allertano i consumatori sui rischi di contrarre malattie infettive come AIDS, Epatite, Infezioni Veneree etc. se ci si rivolge a professionisti non qualificati e se si utilizzano attrezzature non idonee.

Questi fenomeni -continua- che credevamo sconfitti tornano prepotentemente a minacciare la nostra salute!

Come è possibile?

L'apparire a tutti i costi e la necessità sfrenata di seguire la moda, contribuisce alla diffusione del ricorso ad operatori "non qualificati" in particolare tra i giovani: i tatuaggi, i piercing e la "ricostruzione" delle unghie inducono la maggior parte di loro a rivolgersi ad operatori spesso improvvisati, che, senza nessun titolo, nessuna struttura a norma e spesso, addirittura, porta a porta o nella propria abitazione completamente priva delle misure igieniche necessarie, eseguono tali trattamenti a costi ritenuti bassi quindi accessibili a chiunque.

Che valore valore si dà oggi alla salute?

E' di questi giorni una notizia che gira sul web di una giovanissima ragazza che a seguito di una semplice "manicure" eseguita in casa nelle condizioni indicate ha oggi scoperto di aver contratto il virus dell'AIDS.

In qualità di operatrice del settore Estetico e come rappresentante Regionale delle categorie del benessere, Anna Barbieri, sente il dovere di esortare l'utenza a rivolgersi sempre e solo a quei professionisti che svolgono la loro attività in strutture dedicate e a norma sotto tutti i profili igienico-sanitari e nella sicurezza dell'ambiente di lavoro per se e per i suoi coadiuvanti e soprattutto per i suoi utenti.

LA SALUTE E' UN BENE TROPPO PREZIOSO: UNA VOLTA PERSO, E' PERSO PER SEMPRE.

Per questo motivo è contro l'abusivismo - conclude Anna Barbieri, Presidente CNA Puglia Unione Benessere e salute - e la C.N.A. SCENDE IN CAMPO A TUTELA DEGLI ASSOCIATI.

La C.N.A., infatti, si è attivata, con uno studio mirato a contrastare il fenomeno dell'abusivismo sempre più aggressivo che, aggiunto alla crisi economica, sta stritolando le nostre attività.

Come?

  1. attivando processi formativi presso tutte le sedi territoriali, indispensabili ad acquisire le competenze che il mercato richiede e rendere competitivi i nostri artigiani e le loro imprese.
  2. corsi monotematici in salute e bellezza.
  3. assistenza e servizi per il disbrigo di tutte le pratiche inerenti i compite delle imprese presso: INPS; INAIL; etc.
  4. accesso ai crediti agevolati per gli artigiani.
  5. Affitto della poltrona/cabina per i settori di acconciatura ed estetica, ormai operativo su tutto il territorio nazionale.

A breve sarà avviata anche una campagna di informazione a livello nazionale su tutti i mezzi divulgativi (TV e giornali) per allertare l'utenza sui rischi che si corrono nell'affidarsi agli abusivi.

Documento creato il 03/12/2014 (14:35)
Ultima modifica del 03/12/2014 (15:44)

Benessere e salute


 NO cookie

questo sito non utilizza cookie

 Seguici su Facebook

seguici su facebook
 

 Canale Youtube

canale youtube